Watching Alan Moore

Tavole originali scritte da Alan Moore.

Watching Alan Mooredi giovemarti

Uno dei piaceri di collezionare tavole originali è l’opportunità di inventarsi tante sottocollezioni, raccolte tematiche, approfondimenti dedicati che consentono di concentrarsi su un autore o un tema di cui si è particolarmente appassionati.
La prima proposta di Io mostro! sulle tavole di grotta ne è un perfetto esempio.
Personalmente un aspetto che trovo molto affascinante delle tavole originali è che sono pezzi d’arte figurativa che nascono da una pagina scritta, da una sceneggiatura.
E tra le mie sottocollezioni una a cui sono particolarmente legato è dedicata al grande sceneggiatore Alan Moore.
In occasione della presentazione del bel libro dedicato alla scrittura di Alan Moore di Annalisa Di Liddo nel settembre 2009 ho avuto l’opportunità di allestire una piccola mostra con le mie tavole di Moore.
Watching Alan MooreWatching Alan MooreWatching Alan MooreWatching Alan MooreWatching Alan MooreWatching Alan Moore

Una bella occasione che ha avvicinato agli originali molti amici, ma anche molti neofiti, molti appassionati di fumetti e qualcuno arrivato solo per vedere una pagina di Watchmen dal vivo!
Di seguito alcune mirabili tavole da lui scritte e interpretate sempre da grandi disegnatori negli ultimi trent’anni.
È una collezione incompleta: tra i più significativi per me mancano il grande Brian Bolland (The Killing Joke), Ian Gibson (The Ballad of Halo Jones), Kevin O’Neill (La Lega degli Straordinari Gentlemen), Oscar Zarate (A Small Killing) Melinda Gabbie (Lost Girls), Alan Davis (Capitan Bretagna), un po’ perché mai messe sul mercato, un po’ perché davvero troppo care.
Ma le storie che preferisco ci sono tutte.E il Dr. Manhattan che levita zen su Marte è una gemma che ripaga di ogni lacuna.

1 – V FOR VENDETTA 1982 (1988)
Script: Alan Moore – Art: David LloydV for Vendetta

L’inizio del quinto capitolo, la forza di una pagina silenziosa che segue la più drammatica della prima parte, spezza il ritmo e accompagna la riflessione dell’umano ispettore Eric Finch, subito prima di conoscere nel’ultima vignetta il suo spietato alter ego Peter Creedy. Da questa storia il film sceneggiato dai fratelli Wachowski.

2 – WATCHMEN 1986
Script: Alan Moore – Art: Dave GibbonsWatchmen

Uno dei libri che hanno cambiato la storia del fumetto contemporaneo. Dal quarto albo una pagina con il Dr Manhattan su Marte che interviene sulla terra per disperdere una manifestazione. Teletrasportando letteralmente a casa tutti i manifestanti un paio di loro avrà un infarto: scegliere il male minore, una piccola anticipazione del senso di tutto il libro. Un pezzo di storia del fumetto, diventato film nel 2009 con la regia di Zack Snyder.

3 – SWAMP THING 1987
Script: Alan Moore – Art: Rick VeitchSwamp Thing

Una pagina dall’ultimo albo (n. 64) scritto da Moore, con una bella illustrazione four panel. Swamp Thing fu il primo lavoro di Moore perla DCComics: con idee nuove risollevò le sorti della serie e per Moore si aprirono le porte dell’ampio mercato americano.

4 – BROUGHT TO LIGHT, Shadowplay: The Secret Team 1988
Script: Alan Moore – Art: Bill SienkiewiczBROUGHT TO LIGHT

Il genio di Sienkiewicz in una contro-storia della CIA creata a quattro mani. Figure eclettiche, lettering disegnato, tecniche miste, colori shock: due grandi artisti al loro meglio.

5 – BROUGHT TO LIGHT, Shadowplay: The Secret Team 1988
Script: Alan Moore – Art: Bill SienkiewiczBROUGHT TO LIGHT

In scena in questa pagina il protagonista della storia, un’American Eagle antropomorfica che impersona un agente della CIA in pensione.

6 – BIG NUMBERS 1990
Script: Alan Moore – Art: Bill SienkiewiczBig Numbers

Tavola dal primo numero dell’utopistico progetto di autoproduzione totale di Moore e Sienkiewicz, arenatosi già al secondo albo. Pagine quadrate, balloon in cerchi perfetti bianchi che contrappuntano la monocromaticità delle tavole sui toni del grigio, tecnica pittorica e compositiva di Sienkiewicz straordinaria.

7 – FROM HELL 1991-1996
Script: Alan Moore – Art: Eddie CampbellFrom Hell

Pagina chiave dell’opera in cui Moore dà la sua interpretazione personale dei delitti commessi da Jack lo squartatore, il primo serial killer noto alle cronache storiche. Da questo libro, considerato da molti il capolavoro di Moore, è stato tratto il film La vera storia di Jack lo squartatore diretto dai fratelli Hughes con Johnny Depp.

8 – WILDCATS 1995-1997
Script: Alan Moore – Art: Kevin MaguireWildcats

La guerra secolare tra le due razze aliene dei “Kerubini” e dei “Deamoniti”. Moore scrisse un lungo run dal numero 21 al 34 con una collaborazione al 50, numero conclusivo della prima serie. Tavola appartenente al set “terrestre” della storia.

9 – WILDCATS 1995-1997
Script: Alan Moore – Art: Scott ClarkWildcats

Tavola appartenente al set “spaziale” della storia.

10 – JUDGEMENT DAY 1997
Script: Alan Moore – Art: Rob LiefeldJudgement Day

Un fantastico esempio dell’arte di Rob Liefeld.

11 – TOM STRONG 1999
Script: Alan Moore – Art: Chris SprouseTom Strong

Pagina action, ironica e meta-fumettistica: i protagonisti si tuffano nel mondo 2D di un albo a fumetti.

12 – TOM STRONG 1999
Script: Alan Moore – Art: Chris SprouseTom Strong

Pagina divertente per il lettering alieno, anche nella forma. Tavola dal vago sapore kirbiano.

13– PROMETHEA 1999-2005
Script: Alan Moore – Art: J.H. Williams IIIPromethea

Capolavoro visionario di Moore. Disegni emozionanti per concezione, pulizia, precisione. Williams è artista di grande gusto, perfetto per questa storia, quasi tutta proposta in tavole doppie, disegnate cioè come un’unica immagine divisa in due pagine. Questo consente di spaziare creativamente nella struttura della tavola in modo sempre originale e sorprendente, creando giochi narrativi e decorativi, sfruttando il senso di lettura e tutto lo spazio delle due tavole. Da notare la progressione dall’alto verso il basso delle vignette della prima pagina, il taglio diagonale senza vignette (piano sequenza) del percorso della protagonista che scala la collina e torna in alto e di nuovo la successione di strip verso il basso con la sospensione ad effetto (la protagonista vede già quello che noi scopriremo solo girando pagina).

14 – TOP TEN 2000
Script: Alan Moore – Art: Gene HaTop Ten

Bella tavola d’effetto. Come accade spesso i colori pubblicati nell’albo esaltano il momento, ma nascondono un po’ la perizia del disegno.

15– TOP TEN 2000
Script: Alan Moore – Art: Gene HaTop Ten

Interessante doppia pagina che svela il processo compositivo di una tavola per la pubblicazione. A fianco della tavola un foglio di supporto con i due disegni di una figura (linea chiara e sagoma) per creare un effetto da inserire nella seconda strip della tavola. Nella quarta strip è prevista (e indicata) una copia della seconda strip.
Nell’ultima strip uno dei protagonisti principali della storia.

16 – SMAX 2003
Script: Alan Moore – Art: Zander CannonSmax

Spin off di Top Ten. Scoppierà la bolla?

17 – TOM STRONG’S TERRIFIC TALES 2005
Script: Alan Moore – Art: Peter BaggeTom Strong Terrific Tales

Prima pagina da una storia breve e grottesca disegnata dal nuovo talento del fumetto underground americano (ma anche batterista) Peter Bagge (Hate). Lettering del mitico Todd Klein. Che banda, ragazzi!

18 – TOM STRONG’S TERRIFIC TALES 2005
Script: Alan Moore – Art: Peter BaggeTom Strong Terrific Tales

Ultima pagina della storia.

19 – SWAMP THING 1996
Illustrazione a matita di John TotlebenSwamp Thing