Fumetti Fritti a Bologna

Il nostro inviato a Bologna EmmEmmE ci informa di una interessante e divertente iniziativa in cui è riuscito ad intrufolarsi con abile e presta mossa :-): Fumetti Fritti!
Ecco il comunicato dell’evento e un bel regalo per noi appassionati di tavole originali.
In osteria a parlare di fumetti. C’è un nuovo appuntamento fisso per i disegnatori bolognesi a cui Emil Banca dedica un serata di confronto, dialogo e divertimento con l’obiettivo di creare rete in una realtà molto vivace a Bologna, ma ad oggi un po’ scollegata.
Ogni primo giovedì del mese ci si ritroverà all’Old Brige Pub di via Emilia Levante a Bologna, che diventerà così un luogo di discussione tra fumettisti affermati, disegnatori, collezionisti e giovani leve del mondo delle tavole disegnate.Al primo appuntamento della rassegna, denominata “Fumetti Fritti”, tenutasi il 7 marzo, hanno partecipato: Vittorio Giardino, Giuseppe Palumbo, Otto Gabos, Donald Soffritti, Sergio Tisselli, Lucio Filippucci, Piero Ruggeri, Antonio Sforza, Davide Fabbri, Francesco Cattani, Paolo Martinello, Giovanni Romanini, Francesco Guerrini, Francesco Barbieri, Roberto Baldazzini e Michele Benevento, Luca Genovese, Andrea Accardi, Andrea Venturi, Francesco Guerrini, Willy Bondi, Antonio Montanaro e il “cultore della materia” Michele Masini.
Franz Campi ha tenuto a battesimo l’evento coinvolgendo gli autori in un gioco a quiz sul tema del fumetto ed il Direttore di Emil Banca, Daniele Ravaglia ha fatto gli onori di casa, sottolineando la sua passione per l’arte del fumetto.
Terminata la cena, gli ospiti hanno istintivamente girato le tovagliette di carta dell’osteria ed hanno dato vita ad un laboratorio di disegno dal vivo, realizzando i personaggi a loro cari, protagonisti di tante tavole; ecco allora prendere vita Diabolik, Tex, Dylan Dog, fate e personaggi Disney e Looney Tunes, improvvisati con l’uso di biro, pennarelli o addirittura colorati con gelato e caffè.
In omaggio alla serata, i fumettisti hanno poi reinventato l’immagine della tovaglietta stessa del locale, disegnando a tante mani una “squadra” speciale, composta dai più svariati personaggi noti a tutti. Un piccolo capolavoro di originalità, un mix di maestria fumettistica unico nel suo genere.

Con questa iniziativa Emil Banca conferma il proprio impegno per lo sviluppo socio culturale dei territorio in cui opera, lavorando per la promozione dell’arte del fumetto che in passato l’ha già vista protagonista in diverse occasioni.
Lo scorso anno la sala colonne della sede di via Mazzini ha ospitato le tavole originali di “Una donna un’avventura – La donna del Risorgimento”, edito da Sergio Bonelli, tra le quali anche quelle di Alfredo Castelli e Sergio Toppi.
Oltre ad aver sostenuto la pubblicazione di diverse opere a fumetti dedicate alla storia locale, Emil Banca è stata promotrice di “7 Giorni con Tex a Loiano”, l’evento che in occasione del sessantesimo del noto personaggio bonelliano ha trasformato il centro dell’Appennino in un paese del vecchio West.