La leggenda di Tex

In mostra più di 200 copertine originali di Galep mai viste prima!

di giovemarti

Che spettacolo! Allo Spazio WOW di Milano si è inaugurata una sublime mostra di originali, curata dagli ineffabili Luca Bertuzzi, Luigi Bona e Alberto Brambilla. Per la prima volta sono esposte le favolose copertine di Tex Gigante (ma non solo) che per tanti anni hanno colorato le edicole, i pomeriggi, i sogni avventurosi di centinaia di migliaia di lettori italiani. Che lusso una mostra solo di copertine, senza tavole (tranne una, preziosissima!). E che emozione vedere finalmente la copertina originale della Mano rossa! E scoprire che è stata ritagliata dall’albo gigante che l’ha preceduta! Sì perché la mostra non solo mette in fila tutte le più belle e storiche copertine di Aurelio Galleppini in arte Galep, ma le mette affianco alle pubblicazioni d’epoca, ne svela le fonti di ispirazione, ne documenta i passaggi editoriali. Fare una copertina è lavoro creativo difficile, si deve lavorare di sintesi, ma anche cercare l’impatto. In mostra risaltano benissimo la forza dei disegni di Galep, il potenziale attrattivo rispetto alla storia (insieme ai bellissimi titoli), la maestria nella composizione (le dinamiche, la profondità di campo, la distribuzione degli spazi, gli artifici grafici). E poi ci sono delle chicche favolose: la prima tavola originale in assoluto di Tex, 1948! Cioè le prime tre strisce del Totem misterioso, montate a tavola. Ma anche le copertine colorate del 100, l’inedita del 200, la 300 con tutte le sue fasi realizzative, il Giuramento (sulla tomba di Lilith), il Fuorilegge (prima storia con Mefisto) e quella che forse è la chicca più formidabile: l’originale del frontespizio interno, un vero pezzo di storia! Chiude questa imperdibile mostra l’ultima copertina, pubblicata un mese prima della scomparsa, quella del n.400. Tex a cavallo si gira verso di noi e ci saluta… Andate a vederla e comprate anche il cataloghino! (fino al 18 gennaio)