Se Parigi c’avesse lu mare…

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIn uno dei post dedicato alla mostra di Angouleme dell’anno scorso, avevo notato che i francesi sembravano apprezzare molto gli album e le stampe alla fiera, mentre per le tavole originali erano più propensi a rivolgersi alle gallerie, fenomeno abbastanza diffuso in Francia (almeno a Parigi), ma da noi e in Usa molto meno. Quest’anno l’impressione si è confermata, anche se la presenza comunque di alcune gallerie agli stand suggerisce che il luogo è comunque adatto a prendere contatti che poi, in tempi successivi si traduce in affari concreti. Oltre a Scott Eder e agli italiani Octava Legio (Gabriele Dell’Otto) e Simone Bianchi, c’erano Petit Papiers e le due 9eme Art Galerie: quella francese e quella belga.

Un’altra galleria, la Glenat, ha fatto le cose più in grande: invece di uno stand aveva affittato un negozio dove aveva installato una sua mostra.

E poiché quest’anno sono riuscito a conquistarmi qualche giorno a Parigi dopo Angouleme, ne ho approfittato per visitare alcune gallerie. E ho naturamente fatto qualche foto che penso qualcuno apprezzerà 😉

Il tempo era poco e quindi sono riuscito a vederne solo 3: Martel, Glenat e Maghen.

OLYMPUS DIGITAL CAMERALa galleria Martel è gestita da Rina Mattotti, moglie di Lorenzo, e mentre ero lì era allestita una splendida mostra dedicata al nostro Stefano Ricci.

E comunque ne abbiamo approfittato per un caffè decente (la Francia brilla per tante cose… ma non per il caffè :-))

OLYMPUS DIGITAL CAMERALa galleria Glenat è gestita dal simpaticissimo Julien Brugeas con cui abbiamo pranzato in più di un’occasione e abbiamo trascorso dell’ottimo tempo sia in galleria che fuori. Eccolo insieme a Scott.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAE la galleria vista da fuori.

Già ad Angouleme ci aveva mostrato nel retrobottega della galleria provvisoria due particolarissimi tappeti di Druillet.

Mentre nella galleria “permanente” di Parigi ci ha guidato attraverso i suoi meandri che al di là delle molte sale su più piani, comprendono una cucina/sala riunioni.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAE poi nel caveau ci ha mostrato delle splendide tavole di Druillet con cui ha evidentemente un rapporto speciale.

Ecco poi una serie molto particolare di cornici: che ne pensate? Estendereste un disegno così come è stato fatto per alcune di queste?

E una tavola che mi è particolarmente piaciuta, anche se poi ho deciso di non comprare…

OLYMPUS DIGITAL CAMERAInfine un po’ di foto degli ambienti principali.

Poi sono stato alla galleria Maghen proprio quando c’era l’esposizione delle tavole che stanno per andare all’asta da Christies. Infatti Maghen è il curatore dell’asta per loro conto e ha tenuto in esposizione le tavole per lungo tempo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ecco proprio la copertina di Asterix

OLYMPUS DIGITAL CAMERAE varie altre cosette…

Se Parigi c’avesse lu mare, sarebbe una piccola Beri, dice il proverbio pugliese. A me sta bene anche così, e a voi?

:-)